Ipse dixit

Loving the wrong person

We’re all seeking that special person who is right for us. But if you’ve been through enough relationships, you begin to suspect there’s no right person, just different flavors of wrong. Why is this? Because you yourself are wrong in some way, and you seek out partners who are wrong in some complementary way. But it takes a lot of living to grow fully into your own wrongness. And it isn’t until you finally run up against your deepest demons, your unsolvable problems–the ones that make you truly who you are–that we’re ready to find a lifelong mate. Only then do you finally know what you’re looking for. You’re looking for the wrong person. But not just any wrong person: the right wrong person–someone you lovingly gaze upon and think, “This is the problem I want to have.”

I will find that special person who is wrong for me in just the right way.

in “DAILY AFFLICTIONS”
The Agony of Being
Connected to Everything
in the Universe

by Andrew Boyd

Cerchiamo tutti quella persona speciale che sia giusta per noi. Ma se sei passato per varie relazioni cominci ad avere il sospetto che non ci sia quella giusta, solo varie possibilità per quelle sbagliate. Perché? Perché tu stesso sei sbagliato a tuo modo e cerchi compagni che siano sbagliati in modo complementare. Ma prende molto tempo trovare il vero senso del tuo essere sbagliato. Fino a quando non scoprirai i tuoi demoni più profondi, i tuoi problemi più irrisolti, quelli che ti fanno essere la persona che sei, non sarai pronto per incontrare il compagno della vita. Solo allora saprai riconoscere ciò che stai davvero cercando, ovvero quella persona sbagliata che sia “giusta” per te. Quella che quando incrocerai il suo sguardo ti verrà di pensare: “ecco, questo è il problema che vorrei avere”. Troverò quella persona speciale che è sbagliata per me nello stesso identico modo.

(traduzione mia)

Annunci

6 thoughts on “Loving the wrong person

  1. è quando ti dice ke è finita..e tu nn vuoi ascoltare,
    è quando gli kiedi di dirti ke sta skerzando..e lui risponde no,
    è quando kiudi il telefono e speri rikiami..e lui nn lo fa,
    è quando ti dikono ke tornerà..e tu xscaramanzia rispondi no,
    è quando ti dikono di distrarti..e tu ti trovi sola,
    è quando ti kiama xsapere cm stai..e tu nn fai altro ke piangere,
    è quando vuoi fare l’orgogliosa..e ti è totalmente inutila davanti a lui,
    è quando vuoi ascoltare la sua voce..e senti solo i motivi xcui nn potete stare insieme,
    è quando gli kiedi di nn dirti no..e lui nn ha altro da dirti,
    è quando ti dikono guarda avanti..e tu vedi solo nero,
    è quando ti metti a guardare le sue cose..e ti ricordi ke vedevi tutto rosa,
    è quando ti metti a promettergli la luna..e lui rifiuta,
    è quando fai finta di aver capito ke è finita..e speri ke ci ripensi,
    è quando ti kiede di essere amici..e tu accetti pur di stargli accanto,
    è quando ti racconta qualcosa..e tu nn lo sopporti xkè nn ti appartiene più,
    è quando ci provi,ma ci provi davvero ad essergli amica..e sai ke nn potrai esserlo per ora,
    è quando sai di essere entrata nella sua vita xessere il suo angelo..e adesso sei senza ali,
    è quando lui cntinua a dirti ke ti ama ancora..e tu nn vuoi ke sia vero,
    è quando ti dice ke nn è colpa vostra..ma tu vorresti esserne responsabile,
    è quando lui comincia a guardare avanti…e tu provi ad esserne cntenta,per lui ovviamente,
    è quando vuoi solo la sua felicità..e cminci a capire ke nn sei l’unika ke può donargliela,
    è quando ti guardi indietro..e nn piangi di tristezza…nostalgia forse…
    è quando allora anke tu cminci a guardare avanti..e vedi bianco,
    è quando quel bianco signifika ricominciare dal nulla…e solo cn un’anno in più di ricordi,
    è quando sai ke quell’anno l’hai vissuto cn lui..e lui nn sparirà dalla tua vita xkè ormai ne fa parte,
    è quando sei tu a dire agli altri ke è finita..e nn tornerà,
    è quando gli altri ti dikono ke gli dispiace..e ti ricordano ke stavate bene assieme,
    è quando tu ripensando al passato sorridi..ke allora capisci ke è davvero finita..e ke tu stai dicendo addio al tuo primo vero grande Amore…

  2. Ma esiste davvero l’amore? Io seppur così giovane me lo sto chiedendo. Perchè sai cosa? Effettivamente l’amore non credo sia quello che pensavo fino ad ora. Amore non è le farfalle nello stomaco, amore non è fare di tutto per stare insieme ad una persona, amore non è buttarsi sotto un treno per una delusione. A me tutto questo fa paura, perchè amore non vuol dire telefonare 100 volte al giorno alla persona che si crede di amare, amore non vuol dire fare sorprese a questa persona, amore non vuol dire rischiare il tutto per tutto.. questo non è amore. questo è passione, follia, eccitazione..che dura quanto? Un mese, un anno, due? No non così tanto.. quante persone conoscete , reali, e non di quelle di cui si racconta nei libri, che prendono un aereo per New York per andare a trovare una persona conosciuta sul tram. Quante invece ne conoscete, che hanno preferito tenersi stretto qualcosa di stabile e non voler scoprire qualcosa di cui non sapevano assolutamente nulla. Questo è amore, e francamente non mi piace. Anzi, tutto questo mi fa paura. Mi fa paura scoprire a 20 anni che l’amore è tutta una farsa. Che non esiste, che ci si sente innamorati per un certo periodo di tempo e poi ci si stabilizza, non è che ci si accontenti però ci si abitua, questo è il nostro fine. Mi fa paura tutto questo , sarà perchè io la stabilità non me la sono vissuta mai bene, e mi sembra sia più una trappola. Mi fa paura dover trovare una persona che mi dia quella sensazione di protezione, sicurezza, certezza totalmente incompatibili con la mia idea di AMORE. Mi fa paura l’aver capito che ci si comporta così da folli per amore, al punto di annullarsi. Perchè se pensiamo di amare qualcuno ci comportiamo in questa maniera? Forse perchè annullarsi per qualcuno è solamente uno dei tanti modi per amare la persona sbagliata. E perchè non prende il sopravvento un istino soprannaturale di autoconservazione che ci porti a dire: ehi ma che cosa sto facendo? .. perchè una persona sbagliata riesce a farci perdere così la testa? Quando basterebbe alzare un attimo la testa e rendersi conto che otterremmo ciò che vorremmo se solo ci comportassimo in maniera più dignitosa. Ho realizzato in questi giorni che gli uomini ( parlo da donna) sono come i figli, li tratti bene, sei disponbile e alla fine, ti lasceranno sempre per un’altra donna. Perchè, non perchè gli uomini siano dei cretini ma perchè, Lei è stata più furba di noi. Tutto qui, lei ha scelto quell’uomo ed è riuscita a prenderselo. Spero anch’io di trovare quell’uomo giusto da scegliere e “manipolare” spontaneamente ed involontariamente cosicchè costui perda la testa. Ma resta comunque il dubbio, che cosa ci fa star bene? L’innamoramento che sappiamo prima o poi finirà o l’amore, una storia stabile. Io non lo so.. io vorrei entrambe. Ma fino ad ora ho avuto il piacere di provare o l’uno o l’altro per persone purtroppo diverse. Con la consapevolezza che sarebbe finito il tutto da un momento all’altro. E se potessi tornare indietro? Niente accade per caso, e tutto ciò mi ossessiona. Perchè mi è dovuto capitare tutto questo. Guardando a questo passato così recente solo alcune righe mi vengono fuori da questa tastiera:
    “Se potessi tornare indietro forse non risponderei al telefono, e non verrei a casa tua per una pizza. Se potessi tornare indietro non ti avrei permesso di baciarmi, facendomi mollare il ragazzo cn cui stavo e facendomi andare contro tutto e tutti. Se potessi tornare indietro, non ti avrei permesso di comprarmi uno spazzolino per casa tua, le Gocciole e il the alla pesca. Non ti avrei permesso di conoscere i miei amici ma avrei preteso di conoscere i tuoi. Se potessi tornare indietro non ti avrei permesso di dirmi ke mi amavi e ke da quando mi avevi rivista il mondo ti si era fermato. Non ti avrei permesso di invadere la mia vita e succhiarmi la linfa vitale. Non ti avrei permesso di fare progetti , di obiettare su un possibile erasmus, di rovinarmi vari momenti, di farmi sognare e non ti avrei permesso di meritarti la mia fiducia. Se potessi tornare indietro mi sarei fermata e ti avrei chiesto se pensavi ancora a Lei, e allora avrei capito tutto. E ora non soffrirei come un cane da 20 giorni per un solo mese con te..avrei registrato tutte le menzogne ke mi hai detto per non permetterti di negarle.. Se potessi tornare indietro forse starei ancora cn quell’altro.. ma allora starei facendo a lui lo stesso male che tu hai fatto a me. E io , non sono te. Quindi vaffanculo, ma grazie. Perchè io non sono una persona cattiva. Sono una persona che soffre e che si è innamorata di uno stronzo. Quindi Buona Vita”

    E forse ho finito.. sperando che questa nuova consapevolezza dell’amore mi faccia dimenticare al momento giusto cos’è invece innamorarsi.

  3. You are right, stellacorsara, we should always keep looking for that “right” person; after having ended a relationship we should try to start over and not look back; but after a long relationship with Mr/Ms Wrong, it is hard to restart; but if we wait the wound will heal very slowly, and will leave a scar. And this scar sometimes will prevent from moving along; it is full of fear, fear of entering a new “wrong” relationship, fear of getting hurt again,fear of not being able to express your own self; but a good advice: keep trying and trying; that’s the only way not remaining all alone for the rest of your life.
    D.

  4. vero! però puoi pure guardarla in questo modo: il fatto di non avere certezze, di non sapere se domani lui/lei sarà sempre con te, dà quel brivido che serve per non ammorbarsi a vicenda. la convivenza ha i suoi lati positivi, ma è una così brutta bestia!!!! è pericolosissima per un amore. certo: io magari la vedo già dal punto di vista della convivenza, cioè già in una fase successiva all’innamoramento e alla scelta iniziale. cmq consolati: gli errori si fanno, senza scampo. ma fortunatamente per rimediare c’è sempre modo e tempo. ora basta, sto filosofeggiando!

  5. domanda (la butto là): esiste al mondo una sola persona speciale per noi? potrebbe non essercene affatto? o potrebbero essercene tante, nel tempo e nello spazio? (“queste sono tre domande”, direbbe jacqueline).
    o magari, la nostra persona speciale potrebbe esserlo a singhiozzo… ho letto a questo proposito un bel libro, “la moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo”, metafora del rapporto tra un uomo e una donna. in effetti, non sempre si sta sulla stessa lunghezza d’onda. a volte sei tu che sei al massimo, ma l’altro è altrove, e viceversa.
    c’è sempre un retrogusto di mancanza, una vertigine da altalena in un rapporto d’amore/di coppia. soprattutto se è un rapporto lungo. poi ti ritrovi, e poi magari ti riallontani.
    ci vogliono nervi saldi per capire, gestire e sopportare un andazzo del genere. ma sono incline a credere che se una persona è giusta per te, lo sai a consuntivo, dopo che ti sei innamorato, hai rischiato, preso batoste, ti sei ricostruito, ti sei voltato…e l’hai miracolosamente ritrovata accanto a te.

    • cavolo roberta… bella! credo proprio che tu abbia ragione… i rapporti sono così! però che brutto sapere solo alla fine se era/è la persona giusta per te.. troppo tardi per evitare gli errori, troppo tardi per poter rimediare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...