Arte e cultura

And the Oscar goes to…

Nessuna sorpresa per l’edizione 2011 degli Academy Awards, ma d’altronde nessun film quest’anno era davvero sorprendente.

Ha vinto su tutti “Il discorso del re” di Tom Hopper che si è aggiudicato la statuetta per miglior film, regia e attore protagonista (Colin Firth). Si tratta di una pellicola di ottima fattura, ironica, ma quasi priva di emozioni: molto inglese nella storia e nel modo di raccontarla.
Altri premi sono andati a “The social network” – tra cui quello per la miglior sceneggiatura non originale –  che era il principale rivale del Re balbuziente (almeno sulla carta, visto il numero delle candidature). Il film di David Fincher è sicuramente meno sofisticato, ma forse più capace di provocare reazioni emotive, anche grazie a una tecnica narrativa fortemente suggestiva, che non lascia tregua. Tuttavia, Mark Zuckerberg ha già avuto troppo dalla vita e l’Oscar non glielo hanno voluto dare!  Tra i premiati anche Natalie Portman per la sua interpretazione ne  “Il cigno nero”, film solo a tratti riuscito, interessante per il gioco di trasposizione tra il personaggio del balletto e la sua interprete.

Insomma, sono un pò lontani i tempi nei quali l’Oscar lo vinceva un film come Schindler’s List!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...