Ipse dixit

Io ballo da sola

immigrazione-integrazioneL’Italia, il mio Paese, mi rigetta”.

Esordisce così G.G. quando la intervisto e le chiedo di commentare il post di Balotelli. G. è una bella ragazza mulatta, con i capelli scuri tutti arruffati in testa e un paio di occhiali neri che le conferiscono un’aria vagamente intellettuale. Le chiedo di raccontarmi la sua esperienza di italiana nera e lei, con un gran sorriso bianco, è felice di farlo. Ha forte il desiderio di condividere la sua esperienza.

Balotelli è un ragazzo di soli 23 anni. Lo giustifico perché è ancora troppo giovane e non sa ancora cosa sia la vita. Avrà forse un conflitto interno che lo destabilizza.”

  1. è cittadina italiana, nata a Roma, da madre romana e padre della Guinea Conakry, uno stato dell’Africa occidentale. Non è mai stata in Africa, vorrebbe andarci un giorno, ma vive a Roma, al Pigneto, da 35 anni, in una casa di sua proprietà, lasciatale in eredità dai genitori, e fa l’attrice. Ha un curriculum di tutto rispetto, corsi a Roma, Milano, Torino, spettacoli impegnati e leggeri, ma come molti altri giovani italiani fa altro per mantenersi in vita. Ha lavorato nei call center, come baby-sitter, nelle pizzerie e nei pub di Roma. Adesso lavora presso uno dei tanti stand lungo il Tevere che popolano “l’estate romana”.

Di quale conflitto parli?

Del fatto di essere italiano e nero allo stesso tempo. Se sei nero, non si aspettano che tu sia anche italiano. Quando parlai con la mia prima agente di spettacolo, mi disse subito che non sapeva come collocarmi: essendo nera, si aspettava che parlassi come un immigrato di vecchia generazione, del tipo “io volere mangiare”, mentre io ho anche un accento romano abbastanza pronunciato. Per lei, quindi, non ero adatta né a ruoli da immigrata, né a quelli da italiana”.

Quindi, è un problema di integrazione, più che di immigrazione.

Siamo ancora indietro. Da noi, l’idea stereotipata del nero, quella dell’immaginario post-coloniale, ove il nero può svolgere solo mansioni umili, anche perché conosce male la lingua del posto, stenta a essere superata. In effetti, immigrazione e integrazione sono in qualche modo legati. Il problema non è solo culturale, ma anche legato a una cattiva gestione del fenomeno immigratorio, che negli anni non è stato amministrato bene e che oggi sembra persino peggiorare. Tuttavia, non si può non distinguere tra figli e nipoti degli immigrati, che sono cittadini italiani e che, in alcuni casi, dell’Africa hanno solo visto alcune cartoline, dal nuovo flusso migratorio di gente disperata”.

Insomma, a conti fatti, si rischia di fare di tutta un’erba un fascio.

Esattamente. Invece, le due cose vanno tenute distinte. Da un lato, se c’è l’urgenza di un’azione specifica che disciplini il fenomeno della nuova migrazione di massa, dall’altro lato, c’è anche il bisogno di un movimento culturale di ampio respiro che, un po’ come è accaduto per altri movimenti di minoranza, consenta di far comprendere meglio la nostra realtà. Ma noi italiani-neri, in effetti, siamo ancora pochi e troppo disorganizzati”.

Qual è il tuo contributo?

Appena posso colgo sempre l’occasione per partecipare a manifestazioni culturali che abbiano questa finalità, che siano spettacoli teatrali, cortometraggi, film indipendenti o presentazioni di libri, lavorando a titolo gratuito, ma credendo nel progetto di mostrare come, sebbene di colore diverso, siamo italiani a tutti gli effetti”.

Ti senti più italiana o più nera?

Nera. Ma la mia parte dominante è quella italiana”.

Ci lasciamo con questa apparente contraddizione, analoga a quel conflitto da lei stesso denunciato all’inizio. Un contestuale odio e amore per il suo Paese, che, come una matrigna, a volte sembra preferire altri figli rispetto a lei.

Annunci

2 thoughts on “Io ballo da sola

  1. Ciao Lapo, nn c’e piu la scelta di dire che mipiace l’articolo se nn hai un commento preciso ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...