Costume e società

La difficile strada della laicità 

Dopo gli attentati di Parigi dello scorso novembre, pullulano dibattiti sui simboli del Natale cristiano: presepe sì o presepe no?

È con il presepe che si offendono i musulmani? E il problema è davvero se loro si sentano offesi o meno?

Il problema è che la scuola, come lo Stato, dovrebbe essere laico, ma laicismo non significa negazione della propria storia culturale. Se si sente il bisogno di eliminare il presepe, perché non si sente il bisogno di andare a lavoro anche durante le festività natalizie?

Questo paese ha ancora molto da fare sulla strada della laicità, ovvero sulla capacità di tenere distinti lo Stato dalla religione e i simboli religiosi da quelli che sono ormai diventati un connotato culturale di un popolo.

Porre il problema in termini di presepio sì o no agevola solo chi vuole guerre di religione, da ambo le parti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...