Ipse dixit

Australia da sogno!

Australia da sognoNel buio della mia stanza da letto provo ad aprire gli occhi per fuggire dal sogno che mi ha svegliato. Un sogno che è la manifestazione del mio desiderio frustrato, di un ricordo ormai lontano.

 

Non ci riesco. Non riesco ad aprire gli occhi: le palpebre mi pesano. Sento che è ancora presto per svegliarmi, per alzarmi e iniziare l’ennesima giornata che sarà come tutte le altre, anzi peggiore delle altre. Non andrò a lavoro, non avrò l’assillo del capo, non ci saranno le questioni da risolvere, le scadenze da rispettare, non mi stancherò fisicamente e mentalmente cercando di dare risposte a quesiti di cui non trovo il senso: non ci sarà quel potente narcotico che fino alle sei della sera mi occupa l’intera giornata. Né mi ubriacherò al solito bar davanti all’ufficio con quei quattro sconosciuti che non sono miei amici, ma che ormai lo sono diventati, se non altro per aver, con loro, ogni sera, condiviso la disperata fine della giornata.

 

Il silenzio della domenica mattina mi invoglia ancora a rimanere al caldo, sotto il piumone del mio letto immenso. Sento gli uccelli che devono aver creato il loro nido vicino alla mia camera da letto e che imperterriti sembrano discutere cose dall’importanza vitale. Sono in due o forse di più, visto il baccano che riescono a creare. Beati loro! Mi giro dalla parte opposta nel tentativo di riprendere sonno, ma soprattutto di recuperare il sogno. Quel sogno che spero si possa, come per magia, materializzare. Vorrei abbracciarlo e sebbene allunghi il braccio e poi la mano, nel vano tentativo di afferrarlo, rimango solo: disteso nel mio letto, con la testa nel mio sogno. E’ solo un sogno! Che ti aspettavi? Mi dico. Già è solo un sogno, continuo a pensare. Eppure è così bello!

 

Ma ho paura di continuare a sognare. Ho paura che quel sogno che ormai non è più totalmente tale possa rimanere inquinato dai miei pensieri, dalle mie inquietudini, ancora più turbolenti di prima mattina, e possa così trasformarsi in un incubo. Devo fare qualcosa, forse alzarmi, fare colazione, accendere la tv e occupare la mia mente in qualcosa. Eppure continuo a non riuscire ad aprire gli occhi.

 

E se cambiassi sogno? Se dirigessi i mie pensieri altrove, magari in un luogo lontano, sconosciuto, puro come il mare della primissima mattina di una calda giornata d’estate. Ecco, sì! Un luogo lontano, come… come… l’Australia! Cosa c’è di più lontano? Non ci sono mai stato, mi dicono che ci voglia un giorno di volo per raggiungerla e quindi non ci andrò mai. Non amo volare e soprattutto non lo farei da solo. L’Australia, con le sue ore di volo di distanza, è e rimarrà la mia terra inesplorata, illibata e pura. Quindi perfetta per essere sognata. Dicono sia bellissima, moderna e selvaggia allo stesso tempo. Ho visto le foto e i film: il mare con onde alla Point break, il deserto alla Trucks, gli animali liberi alla Mr Crocodile Dundee… E tutto questo mi piace, mi rilassa e mi fa riaddormentare, finanche sognare.

 

Così approdo a Sidney che sebbene sia una città moderna sembra una realtà incontaminata, dove la gente è felice, dove le persone socializzano e creano rapporti, veri, dove la solitudine non esiste. Ecco lì realizzerò il mio sogno. E’ lì che devo trasferirmi. Preparo la valigia: metto solo quattro cose. Prendo il taxi e il primo aereo disponibile. Decollo e atterro a Sidney, in men che non si dica, e sento subito quel forte odore di mare nell’aria che mi rimanda alla mia infanzia. Mia madre mi invita a giocare sulla spiaggia, a fare castelli di sabbia e a mettermi la crema solare per evitare di scottarmi. Eccola la felicità: si chiama Australia!

 

Avevo dimenticato di disinstallare la sveglia dei giorni lavorati. Ora sì che mi sono svegliato. Nel mio letto, sotto il mio piumone, nel buio della mia camera, nel silenzio rotto della domenica. Come tutte le mattine. Solo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...