Diritto e politica

Il valore delle regole

mani_che_scrivono_02Forse anche perché siamo in campagna elettorale e si avvicinano le elezioni nazionali, ma di tanto in tanto, torna la questione del valore delle regole.

Le regole sono associate spesso alla destra, almeno da chi ha un approccio novecentesco ai concetti di destra e sinistra. Certamente le regole servono a mantenere lo status quo, di conseguenza sono facilmente associate ai “conservatori” e avversate dai “rivoluzionari”.

Ma le regole non sono solo questo: sono anche quell’insieme condiviso di valori su cui si poggiano le democrazie e consentono quella pax sociale che tutti desideriamo: è nella pace sociale, infatti, che si determinano le basi di una conseguente prosperità economica.

A ben vedere, quindi, le regole non sono, o almeno non dovrebbero essere, né di destra, né di sinistra.

E a ben pensarci, lo confermano le stesse parti in causa: la cronaca italiana è piena di fatti che ci raccontano di corrotti di destra (che quindi non hanno rispettato le regole penali), come di politici di sinistra che hanno fatto della legalità il loro stendardo (legalità significa appunto rispetto delle regole)!

Certo questo aiuterà coloro che sostengono la scomparsa dei concetti si destra e sinistra. E in parte questo è vero, o almeno lo è per come abbiamo conosciuto fin ora le destre e le sinistre. Ma con il tempo, nuove idee avanzano, conformano le società e la cultura cambia. Le regole fanno altrettanto.

Credere che le regole siano immutabili è da conservatori, ma il carattere dell’immutabilità non è delle regole in sé! E credere che le regole si cambino solo con le rivoluzioni è frutto di quella stessa cultura che crede che esse siano inamovibili.

Al contrario, gli ultimi decenni hanno dimostrato, in molti campi, come le regole si possano modificare, e anche di molto!

La verità è che ci si concentra troppo sulle regole, mentre queste arrivano solo dopo le idee. Le regole in sé sono solo norme che disciplinano in forma giuridica i valori che una società, in un momento storico, ha deciso di dotarsi per amministrare il vivere comune. In quanto tali, dovremo pretendere che fossero rispettate, da chiunque!

Negare questo, significa negare le basi della democrazia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...