Diritto e politica

Habemus papam

Alla fine ce l’hanno fatta! Si sono messi d’accordo e il Governo è nato.

Certo non nel migliore dei modi possibili, anzi a seguito di un vero psicodramma istituzional finanziario.Giuramento Governo

Racconto velocemente i fatti, per coloro che se li fossero persi.

Domenica scorsa sembrava che il gioco si fosse concluso: dopo settimane di nomi, tentativi e contratti, tutto era pronto, anche la squadra di Governo. Mancava solo l’ok di Mattarella.

Il presidente del Consiglio incaricato è un uomo sconosciuto ai più (un certo prof. Conte che a leggere il suo curriculum sembra un mostro di bravura e poi si scopre che è un mostro nel fare altro), ma nella squadra di Governo c’è anche un altro prof (ma non avevano detto di non volere tecnici?) che sembra aver detto “eresie” sull’Europa. Apriti cielo! Manco fosse stata una bestemmia, di quelle che ti fanno cacciare persino dal Grande Fratello. Macché, questo vecchietto ultraottantenne sembra che si sia permesso di esporre idee non conformi al pensiero dominante, finanche giungendo a immaginare l’uscita dall’euro del nostro Paese!

“Questo matrimonio non s’ha da fare”, sembra abbia pensato Mattarella o chi per lui. Così, di fronte al suo nome il Governo cade prima ancora di nascere.

Ma da questo momento ne succedono di cose strane: Mattarella si presenta agli italiani e dice che Savona è persona stimata e per bene eppure lui deve pensare ai risparmi degli italiani (ora la motivazione è alquanto deboluccia, visto che erano solo opinioni e se è vero che in quelle ore lo spread stava salendo, il giorno seguente è salito anche molto di più!). Contemporaneamente, lo stesso capo dello Stato dà mandato a Cottarelli di formare un Governo tecnico (ma con quale maggioranza? Neppure il PD si dichiara disposto a votarlo!). Nel frattempo Di Maio e i pentastellati dichiarano di voler mettere in stato di accusa il Presidente e si aspettano che Salvini li segua. Invece, altro colpo di scena: non lo fa! Il Matteo di destra si dice turbato e basta (incredibile!) chiede le elezioni subito e quasi sorride!

Lunedì aprono i mercati e lo spread come dicevo corre in alto (altro che Savona! Quelli capiscono che il Governo non ci sarà!). La nottata porta consiglio e Mattarella forse intuisce di essere caduto nel trappolone che il buon Matteo gli ha servito per bene (o Savona o nulla). Così, invece, di rispondere agli attacchi di Di Maio (che lo vorrebbe in stato di accusa), lo invita persino al Colle a bere un tè. Già alla fine anche il ragazzino campano deve aver intuito che nel trappolone c’è cascato pure lui! Così i due si fanno questo bel tè e ne esce una nuova strategia: riportare Matteo in gioco e non rimanere con il cerino in mano (quello di essere ritenuti colpevoli di portarci al voto in meno di 6 mesi).

Matteo deve aver pensato che votare in estate (con alto astensionismo), due mesi di spread ballerino, una campagna elettorale sotto l’accusa di non aver voluto ritentare a formare il Governo non era un grande affare. Così, da che diceva “o Savona o morte”, accetta che sia spostato agli affari europei e accetta anche un Tria qualunque all’economia (e qui mi domando: ma tutti quelli che avevano letto il Savona-pensiero, si erano troppo stancati per leggere anche il Tria-pensiero?).

Ma non importa, tanto il fanatismo italico, quello da tifoseria calcistica, è già partito da giorni: #iostoconmattarella e dall’altra parte non so cosa, guelfi e ghibellini, papisti e anticlericali, monarchici e repubblicani, non importa di quale colore tu sia, l’importante è che ti schieri e fai un po’ di caciara sui social (network).

Insomma, il Governo è nato sotto i migliori auspici, quelli della schizofrenia collettiva. Speriamo si calmino tutti (compresi i commentatori) e facciano qualcosa di buono… ovviamente vanno tenuti sotto controllo, come tutti i Governi!

In ogni caso, buon lavoro e in bocca al lupo Italia!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...