Chi sono

Stellacorsara è il titolo anomalo  di questo blog.

Ci si può chiedere cosa significhi. E’ un’associazione di idee, oltre che di parole: l’immagine di un punto luminoso lontano nella notte, libero come un pirata: mi piaceva e quindi l’ho preso, seguendo l’istinto. Non sono io, ma rappresenta ciò cui tendo.

Eccomi!

Mi chiamo Jacopo e sono un  italiano, pieno di passioni e interessi. Ho sempre amato scrivere e ho iniziato a farlo quando nessuno mi leggeva. Come tutti, agli esordi, scrivevo per me.

Poi è arrivato internet e i blog: così ho iniziato a pubblicare articoli, alcuni dei quali sono stati venduti a una rivista di attualità politica. Nel frattempo, mi sono laureato con lode in giurisprudenza a Roma. Poi mi sono trasferito a Londra ove ho vissuto per circa due anni, ottenendo un master in diritto e un diploma in giornalismo. Successivamente, ho lavorato a Milano come avvocato. Infine, sono tornato a Roma ove, tra le altre cose, ho insegnato diritto all’università e quindi ho scritto due monografie.

Da tutte queste città ho tratto rispettivamente un senso di contraddittoria bellezza (Roma), primitiva libertà (Londra) e ambigua eleganza (Milano). E in questi luoghi, ho ambientato il mio primo romanzo “Ritrovarsi, forse”.

img_3273

Ritrovarsi, forse

Parla di me? Sicuramente questa è la prima domanda che un lettore possa porsi. E la risposta non può che essere “sì”, non perché sia una autobiografia, ma perché si può raccontare solo ciò che si è vissuto. Il che però non significa che tutto sia stato vissuto in prima persona, ma solo che in un modo o in un altro è entrato nella mia vita. Quindi, direi che racconta anche di te, lettore! La vita che è descritta in questo romanzo è l’insieme di situazioni e personaggi che ho incontrato, ma che credo molto simile alle situazioni e ai personaggi di molti altri.

In altri termini, sono convinto che Ritrovarsi, forse sia la storia di molti, se non proprio di tutti noi.

E’ il mio primo romanzo, al quale ovviamente sono molto affezionato. Spero possa piacere ai lettori, quanto a me è piaciuto scriverlo.

Fatemi sapere!